sabato 29 settembre 2012

Le regioni !

Con l'elezione dei Consigli Regionali del 1970 le Regioni entrarono definitivamente nelle storia istituzionale italiana, ma dico, non stavamo bene anche senza ?!?! dando di fatto il via al più grande spreco di denaro pubblico della storia d’Italia. Vedi regione Lazio, una piaga che purtroppo si allargherà a macchia d’olio anche su tutte le altre regione se controllate a dovere. Ma ci pensate !!! bastava una autocertificazione presentata al tesoriere per ottenere qualsiasi rimborso di spesa sostenuta, tanto sui bilanci i controlli sono praticamente inesistenti. Non gli bastavano i lauti stipendi. Le regioni sono state costruite in modo furbesco così come le Provincie, per sistemare e piazzare amici e parenti, e hanno dato modo alla corruzione, ai clientelismi, ai favoritismi, di dilagare, oltre naturalmente alle spese folli. Le regioni andrebbero abolite prima che vadano in default da sole, sono mal gestite da Governatori spreconi e tutelano le caste e i privilegi. Salvaguardiamo chi produce reddito, ma eliminiamo le sanguisughe del reddito ! Se solo parte dei soldi dati alle regioni finissero ai Comuni, vivremmo nel benessere anche noi. Si è vero che questi sprechi nascono e si propagano dai Comuni, ma le persone mantenute nelle ricchezze dai cittadini, eliminate Regioni e Provincie, sarebbero pochissimi, quindi si farebbe molto prima  a fare pulizia e riformare tutto il sistema partitico-politico corrotto. Se vogliamo dare una svolta vera, oltre alle provincie, aboliamo anche le regioni, dialogare con lo Stato centrale basterebbero 2 o 3 enti che accorpano tutti i Comini d’Italia. 29/09/2012 Loris Filanti.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.