venerdì 18 gennaio 2013



Rassegna stampa di Dylan - Diego Cimara contatto avv cimaradiego@libero.it cimaradiego@mail.com Cari amici  la nostra rassegna ragionata, ha bisogno di collaborazione.  Se Dylan, rubando un po’ di tempo ai suoi interessi cinematografici e familiari, qualche volta vi darà qualche aggiornamento non aggiornato , non fidatevi, mangia pane e volpe…è di quella razza di reporter…che non se ne fanno più! - Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.             

Sciopero dei treni indetto per oggi  venerdì 18 gennaio 2013. Anzi, sono due gli scioperi che si sovrappongono: da un lato quello annunciato dalle segreterie regionali di Filt, Fit, Uilt, Ugl e Fast, che bloccherà la rete di Trenitalia, dall’altro quello previsto dall’organizzazione sindacale Or.S.A. che porterà allo stop del personale Trenord. I motivi dell’agitazione sono più o meno quelli di sempre, così come sono sempre gli stessi a pagare: i cittadini.
La Corte suprema indiana ha deciso che il giudizio su Latorre e Girone sia espresso da un collegio che sarà costituito a New Delhi e che il Kerala non ha giurisdizione sul caso. Saranno trasferiti nel pomeriggio 
Algeria, ancora 40 gli ostaggi / La Casa Bianca: "Dietro c'è Al Qaeda"
Quelle armi libiche lasciate ai Jihadisti 
L'esercito algerino attacca l'impianto petrolifero preso ostaggio dagli islamisti, ma ne controlla solo una parte. Sette vittime sono occidentali. Uccisi 11 terroristi, compreso Abu al Bara. I testimoni: "Volevano uccidere gli infedeli" di B. VALLI 
E per verificarne l'operato il sindaco nomina altri due esterni. Dai rilevatori di numeri civici agli esperti di traffico, ecco i dati dell'ultimo biennio 
Il Cavaliere sa disinnescare chi lo intervista. Non ha paura, anzi sembra divertito dalla paura degli altri.E allora smettiamola di ridere alle sue battute per tremare poi all'idea che possa riconquistare terreno di ROBERTO SAVIANO
C'è una borsa frigo che vale un milione di euro, in giro per l'Europa. Contiene poche scatole di farmaci dal costo proibitivo. E i furti negli ospedali si moltiplicano. E il bottino si smercia in tutto il mondo. I clienti? Ricchi malati nelle cliniche private dei Paesi dell'Est
Il bunker segreto dove morì Adolf Hitler,  
PRIME
Terrorista o bandito? Nato ’72, cominciò in Afghanistan nel ’91
Roma, 18 gen. (TMNews) – Mokhtar Belmokhtar, l’islamista con un occhio solo è la mente del mega-sequestro avvenuto martedì alla centrale di estrazione per il gas a In Amenas, nel Sahara algerino. Questa volpe del deserto, soprannominato il “Guercio”, è considerato da alcuni un terrorista, da altri un comune bandito.
Nato nel 1972 nell’antica città di Ghardaia, 600 chilometri a sud della capitale Algeri, famosa per la produzione di tappeti e tessuti, in una rara intervista nel 2007 Belmokhtar raccontò di essersene andato di casa perchè affascinato dal coinvolgimento dei combattenti mujaheddin nell’invasione sovietica dell’Afghanistan, alla quale partecipò nel 1991, quando aveva appena 19 anni. Sarebbe nel paese centro-asiatico che perse un occhio, quando fu colpito da una scheggia, ed è sempre in Afghanistan che ebbe i primi contatti con Al Qaida, nelle cui fila riuscì ad avanzare, salvo tuttavia essere successivamente scaricato. Continua a leggere→
Roma, 18 gen. (TMNews) – Gianfranco Fini capolista in tutte le circoscrizioni, Italo Bocchino che lo segue in Campania 1 e 2, in Calabria e molto probabilmente in una delle tre circoscrizioni in cui è divisa la Lombardia e tante polemiche: a pochi giorni dalla scadenza della presentazione delle liste al Viminale, Fli non ha ancora chiuso le sue liste per la Camera, unico partito della coalizione che sostiene Mario Monti a non aver ancora concluso il lavoro sui candidati. Continua a leggere→
Roma, 18 gen. (TMNews) – Le ceneri prodotte dal legno bruciato o dagli scarichi dei motori diesel potrebbero avere un effetto sul riscaldamento globale doppio rispetto a quanto ritenuto, tanto da essere il secondo agente inquinante prodotto dall’uomo: è quanto risulta da uno studio dal Journal of Geophysical Research Atmospheres. Continua a leggere→
Il fratello del magistrato ucciso: «Le liste fatte con vecchie logiche»
 Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso in Via D’Amelio, prende le distanze da Antonio Ingroia e dal suo movimento «Rivoluzione Civile». Anche se «con rammarico» afferma che non sosterrà la lista capeggiata dall’ex procuratore aggiunto a Palermo. «Difficilmente – afferma – potrò confermare quell’appoggio che, dopo alcune perplessità iniziali, avevo dato alla lista. Probabilmente qualcuno era interessato unicamente alla mia candidatura e una volta venuta a cadere questa ipotesi, non ha ritenuto di volere dare fiducia ai giovani da me indicati».
Sempre sul fronte «Rivoluzione civile», nella giornata di giovedì si registra anche un intervento di Ingroia a proposito della possibile desistenza. «Escludo patti di desistenza, non ci sono patti di alcun tipo con nessuno, noi non facciamo queste cose dietro le quinte – dice -. Noi siamo alternativi al montismo, è impensabile quindi parlare di desistenza se prima il Pd non chiarisce i suoi rapporti con Monti».
 Monti dice di aver sentito il “dovere morale” di “mobilitare energie fresche della società civile per cercare di ridare serietà alla politica”. E aggiunge: la politica “si occupi non di clientele, non di apparati, ma di cittadini, soprattutto quelli che oggi sono bambini”.
Sono Mina e Domenico Modugno i cantanti preferiti da Mario Monti, secondo quanto riporta la sezione ‘informazioni’ del suo profilo Facebook.
Il profilo era stato aperto lo scorso 29 dicembre ed e’ stato aggiornato oggi. Tra i film graditi dal premier uscente ci sono ‘Il laureato’, ‘Vacanze romane’, ‘Notting Hill’, ‘Tempi moderni’ e ‘Caccia al ladro’. 
E’ caos in Algeria, dove l’esercito ha fatto irruzione nell’impianto di gas di In Amenas per liberare gli ostaggi prigionieri da due giorni di un gruppo di terroristi islamici. Secondo quanto riportato da Al Jazeera e dall’agenzia stampa algerina al momento sarebbero 4 gli ostaggi occidentali liberati, tra cui un cittadino irlandese, nessuna conferma ufficiale del numero di vittime. Si parla di 35 occidentali e 15 miliziani rimasti uccisi durante il bombardamento del campo da parte dell’esercito algerino.
Il raid aereo sul campo sarebbe scattato dopo il fallimento di negoziati avviati stamani dalle autorità algerine che proponevano la mediazione di capi tuareg 
chi sono e cosa vogliono portare in Parlamento i tre candidati under 30 del Pd. Anna Ascani, «Diritti e scuola»: VIDEO | Valentina Paris, «Legge anti-corruzione»: VIDEO | Enzo Lattuca, «Ridurre spese della politica»: 
Teatro Ambra Jovinelli, Roma, chi sono e cosa vogliono portare in Parlamento i tre candidati under 30 del Pd, tutti scelti dagli elettori delle primarie: il primo impegno una volta eletti, come vedono Grillo e il suo movimento, come immaginano il nuovo presidente della Repubblica.
Le perquisizioni erano “personali” e “destinate unicamente a Daniela Cantamessa e Loredana Zola”
Il magistrato puntualizza: “Non risultano indagati politici né esponenti di partito né funzionari pubblici”
 Dopo il blitz nelle sedi della Lega Nord nell’ambito dell’inchiesta sulle quote latte, a distanza di poco più di un mese dalle elezioni, in Procura a Milano è stato il giorno delle precisazioni ufficiali. “Non c’è alcun politico o esponente di partito o funzionario pubblico indagato per corruzione”, ha spiegato ai cronisti il procuratore aggiunto Francesco Greco, chiarendo anche che l’attività della guardia di finanza non era indirizzata ad acquisire elementi di indagine sul Carroccio. E che si è trattato di “perquisizioni personali” relative alle posizioni di Daniela Cantamessa e Loredana Zola, due segretarie amministrative delle sedi di Milano e Torino, non indagate e persone informate sui fatti riguardo al crac della cooperativa ‘La Lombardia
a Servizio Pubblico, Michele Santoro ha sferrato un attacco (molto poco elegante) a Nicole Minetti, infatti, mentre parlava con l’esponente della Lega Nord in studio, l’Europarlamentare Matteo Salvini, che proponeva di tassare la prostituzione in Italia per mettere 4 miliardi di euro nelle casse dello Stato. Il conduttore ha preso la palla al balzo per attaccare l’ex consigliera della Lombardia dicendo che “ci sarebbero da aprire un po’ di casini e si potrebbe chiedere alla Minetti che è un’esperta” e davanti all’intervento di Salvini che dice che è meglio non parlare di chi non è presente; Santoro rincara la dose dicendo che “intendeva in senso professionale”.Un attacco sessista e di cattivo gusto, poiché pur non essendo Nicole Minetti un consigliere regionale e una donna da ammirare, se fossero vere solo la metà delle cose di cui è accusata, paragonarla ad una maitresse o ancora peggio ad una prostituta appare esagerato ed offensivo. Di sicuro, domani non mancherà la risposta di Nicole Minetti e magari una querela per diffamazione.
Di sicuro, questa volta Santoro poteva evitare questa battuta poco riuscita e fuori luogo. Ma si sa, la Minetti ormai è per molti il bersaglio piùfacile e piacevole da colpire.

Nessun commento:

Posta un commento